Photo E Videomaker

Aprire un’attività di photo e videomaker

Requisiti, info utili e modalità

IN BREVE

  1. Photo and videomaker: in che cosa consiste l’attività
  2. Quali sono gli adempimenti?
  3. Adesione alla SIAE per la tutela dei diritti d’autore
  4. Parliamo di droni
telehealth-33

1. Photo and videomaker: in che cosa consiste l’attività?

Il termine videomaker è un neologismo entrato nell’uso comune della lingua italiana, a seguito della larga diffusione delle apparecchiature digitali di ripresa e montaggio. Per definizione, il videasta (o videomaker, in inglese) è colui che cura personalmente le riprese e il montaggio dei suoi lavori, che in seguito verranno diffusi attraverso canali tv, web, oppure festival di cinema e/o cortometraggi.

L’attività del Fotografo e videomaker è oggi di vitale importanza per il marketing digitale e infatti è ormai sempre più diffuso il professionista che realizza sia foto che video, nasce da qui la nuova denominazione “Photo and videomaker”

Oggi più che mai infatti l’attività di Photo and Videomaker è una sfida che va vinta con la professionalità e la capacità di realizzare non solo fotografie per il proprio cliente ma anche esperienze, ricordi, progetti che aiutino a migliorare il posizionamento del proprio sito o dei propri profili sui social media.

Il valore aggiunto di ogni immagine è chi sta dietro alla macchina fotografica o da presa è ciò che contraddistingue un professionista da un dilettante!

Se la tua passione è tale da voler metterti in gioco in questo campo, di seguito trovi quello che ti serve per aprire la tua attività.

2. Quali sono gli adempimenti?

Innanzitutto, come dispone l’art. 164 del d.lgs. n. 112/1998, dovrai dare “Informazione tempestiva all’autorità di pubblica sicurezza” mediante l’invio di una semplice comunicazione alla Questura spesso redatta su moduli prestampati e scaricabile dal sito online.

In merito agli altri adempimenti, in base alle modalità di svolgimento dell’attività, si avranno diversi procedimenti:

  • Se hai alle tue spalle una struttura di impresa con una unità locale e attrezzature che conferiscano all’attività una struttura imprenditoriale, dovrai aprire la Partita Iva con il codice ateo appropriato, iscriverti in CCIAA come impresa (molto probabilmente sarà considerata artigianale) e diconseguenza dovrai iscriverti all’INPS e all’INAIL;
  • Se non hai un locale adibito né dipendenti e ti dedichi esclusivamente alla realizzazione di prodotti multimediali digitali, puoi essere inquadrato come libero professionista quindi ti servirà soltanto aprire la Partita Iva con il codice ateco adeguato e iscriverti alla gestione separata INPS.
  • Nel caso tu abbia un laboratorio dove si sviluppano o stampano foto dovrai espletare anche gli adempimenti ambientali previsti dalle normative di settore (ad esempio aspetti riguardanti i rifiuti, le emissioni in atmosfera o la prevenzione incendi) quindi ti consigliamo di affidarti ad un tecnico che si occupi di adempimenti ambientali e di sicurezza sul lavoro, noi ti possiamo consigliare i tecnici di CNA HSE.
  • Se oltre al laboratorio rivendi anche cornici, album, ecc., oltre agli adempimenti ambientali dovrai presentare al SUAP di riferimento una CIA per esercizio di vicinato.
Photo E Videomaker (1)
Mattia Capozzolo
telehealth-33
back-verde

La storia di Mattia

Da una grande passione per l'elettronica, Mattia nel 2020 ha fondato Dron, un laboratorio di creazione e riparazione per l’elettronica degli strumenti musicali. 

3. Adesione alla SIAE per la tutela dei diritti d’autore

Come fotografo/videomaker dovrai gestire i diritti di autore sulle opere che produci mentre altre volte dovrai corrispondere i diritti ai rispettivi autori nel caso utilizzi anche immagini di altri autori oppure musiche tutelate.

In tale contesto può risultare utile aderire alla SIAE e farsi tutelare.

4. Parliamo di droni

Un strumento che viene utilizzato dai professionisti nell’attività di riprese, foto e video, è il drone.

Se lo vuoi fare anche tu è bene sapere che l’utilizzo di tale strumento va fatto conseguendo una patente, registrandoti su un apposito portale e rispettando i regolamenti dell’ENAC (Ente nazionale per l’aviazione civile), nonché le disposizioni poste a tutela della privacy.

Ogni ripresa, qualora si svolga all’esterno, deve svolgersi comunicando l’evento alla Prefettura: dovrai specificare il quando, il tempo, il luogo, le modalità caratteristiche dello strumento e i titoli autorizzatori e assicurativi in possesso. In questi casi la Prefettura si riserva di comunicare eventuali controindicazioni per motivi di ordine e di sicurezza pubblica.

Occorre seguire un Iter ben preciso ed è meglio non improvvisarsi perchè le sanzioni possono essere importanti!

DON'T PANIC

Se hai bisogno di aiuto, clicca nel pulsante qui accanto e chiedi senza impegno un incontro (offline oppure online) con i nostri esperti.

× Possiamo aiutarti?