Come aprire una struttura ricettiva - Scintille CNA Ferrara

Aprire una struttura ricettiva

Requisiti, info utili e modalità

telehealth-33

1. Quali sono le strutture ricettive extralberghiere?

Hai a disposizione una casa che vuoi utilizzare per aprire la tua struttura ricettiva? Allora questa è sicuramente la pagina che fa per te!

Innanzitutto è importante sapere che la normativa cambia in base alla Regione in cui ti trovi, per quanto riguarda l’Emilia Romagna la Legge di riferimento è la 16/2004.

Quando si parla di strutture ricettive extralberghiere ci si riferisce a:

  • Affittacamere
  • Room & Breakfast
  • Locanda
  • Ostelli
  • Rifugi
  • Case per ferie
  • Case e appartamenti per vacanza

Sono considerate attività ricettive anche:

  • Appartamenti ammobiliati per uso turistico
  • Strutture ricettive all’aria aperta non aperte al pubblico
  • Aree attrezzate di sosta temporanea
  • Attività saltuaria di alloggio e prima colazione
  • Strutture agrituristiche e strutture per il turismo rurale (tale tipologia ricettiva è regolata dalla Legge Regionale 4/2009

    2. Entriamo nel dettaglio delle strutture più comuni

    Abbiamo visto che le tipologie di strutture ricettive extralberghiere sono varie, vediamo nel dettaglio quelle più comuni.

    Affittacamere – Room & Breakfast – Locanda

    Sono considerate esercizi di affittacamere le strutture che sono:

    1. gestite in forma imprenditoriale,
    2. composte da non più di sei camere destinate a clienti,
    3. ubicate in non più di due appartamenti ammobiliati in uno stesso stabile, nelle quali sono forniti alloggio ed eventualmente servizi complementari.

    Un affittacamere può offrire ai suoi ospiti anche un pasto agli alloggiati, sempre che rispetti i requisiti igienico sanitari.

    In questi casi l’attività può essere definita:
    Camera e colazione – Room & Breakfast quando oltre all’alloggio si offre la prima colazione
    Locanda quando un ristoratore svolge anche attività di affittacamere

    ricettività (1)

    Bed & Breakfast – Attività saltuaria di alloggio e prima colazione 

    Può assumere l’identificazione di bed & breakfast l’attività di ospitalità e somministrazione della prima colazione nell’abitazione di residenza o abituale dimora, avvalendosi della propria normale conduzione familiare e garantendo la compresenza con gli ospiti, senza la fornitura di servizi aggiuntivi e in ogni caso senza organizzazione in forma d’impresa, in non più di tre stanze e con un massimo di sei posti letto (più un eventuale letto aggiunto per stanza in caso di minori di dodici anni).

    In questo caso i servizi garantiti devono essere i seguenti:
    • somministrazione di prima colazione (in orario stabilito con la famiglia)
    • riordino e pulizia quotidiana dei locali
    • cambio biancheria da letto e da bagno bisettimanale e ad ogni cambio di ospite

    Case e appartamenti per vacanza (gestiti in forma di Impresa)

    Sono gli immobili composti da uno o più locali arredati e dotati di servizi igienici e cucine autonome. Sono gestiti in forma imprenditoriale e destinati all’affitto ai turisti, senza offerta di servizi centralizzati ad eccezione del servizio di ricevimento e di recapito, nel corso di una o più stagioni turistiche con contratti aventi validità non superiore a cinque mesi consecutivi.

    E’ considerata gestione in forma imprenditoriale quella che viene esercitata da chi ha la proprietà o l’usufrutto di oltre tre case o appartamenti e li concede in locazione.

    Appartamenti ammobiliati per uso turistico gestiti in forma privata

    Sono le case o appartamenti arredati e dotati di servizi igienici e di cucina autonomi, dati in locazione ai turisti, nel corso di una o più stagioni.

    Questo tipo contratto non può essere superiore a 6 mesi consecutivi.

    Gli immobili non possono essere più di 3 e devono essere forniti senza servizi aggiuntivi altrimenti l’attività si considera gestita in forma di impresa (vedi gestione di case e appartamenti per vacanza).

    Gli alloggi da locare devono essere in regola con le norme vigenti ed in particolare con le norme sulla sicurezza degli impianti.
    Anche coloro che metteranno in locazione “turistica” la propria abitazione dovranno dotarsi di un codice alfanumerico con cui saranno registrati rilasciato dalla Regione.

    Micaela Bonetti
    telehealth-33
    back-verde

    La storia di Micaela

    La scintilla è nata dall’idea di unire l’esperienza di tanti anni nel settore dell’estetica con l’azienda agricola di famiglia, per creare Pyrus: una linea di prodotti cosmetici basati su estratto di pera abate. 

    3. Adempimenti comuni a tutte le tipologie

    • Comunicazione telematica al Suap del Comune;
    • Registrazione sul portale della Questura per inviare telematicamente, entro 24 ore dall’arrivo, le schede di identificazione e notifica degli alloggiati;
    • Comunicazione dati Istat – da trasmettere alla Regione ogni mese (arrivi e partenze ospiti nella propria struttura)
    • Imposta di soggiorno – se pervista dal Regolamento comunale riscossione e versamento

    Per le attività gestite in forma di impresa saranno inoltre necessarie gli adempimenti di:
    – Apertura P.IVA
    – iscrizione Registro Imprese
    – iscrizione INPS – Inail

    Sappiamo che tutti questi passaggi possono spaventare, ricorda però che noi siamo qui per aiutarti a non sbagliare nulla e a partire con il piede giusto!

    DON'T PANIC

    Se hai bisogno di aiuto, clicca nel pulsante qui accanto e chiedi senza impegno un incontro (offline oppure online) con i nostri esperti.

    × Possiamo aiutarti?